Un viaggio in un’Italia “elettrica”

Un viaggio in un’Italia “elettrica”

Si dice che ogni viaggio è una scoperta, che non importa la meta quanto il tragitto, quello che conta è non rimanere fermi. Pare che sia davvero così, soprattutto se il viaggio è interamente “elettrico” e ad emissioni zero, tra i comuni più virtuosi del nostro paese, a caccia di eccellenze nazionali nel campo delle energie rinnovabili.

Inizierà il prossimo 8 maggio la spedizione di “Corrente in Movimento”, un’associazione di ricercatori – tutti rigorosamente under 40 – che cercano di promuovere un Made in Italy che sia sinonimo di eccellenza e di sostenibilità.

Sarà una festa dell’Italia unita e virtuosa, un’occasione per sensibilizzare – nel corso delle settanta tappe che compongono questo viaggio – comunità locali, pubbliche amministrazioni, il mondo della ricerca e della produzione ai temi del rispetto ambientale.

Fino al 21 giugno, Francesco Petracchini (ricercatore dell’Istituto sull’inquinamento atmosferico del Cnr) e Micol Biscotto (co-fondatrice dell’Associazione) viaggeranno lungo la penisola a bordo di un’auto fornita dalla MicroVett, una società specializzata nella conversione all’elettrico di veicoli commerciali.

Sarà un viaggio silenzioso, che farà comunque tanto rumore…e sicuramente non per nulla!

One Comment

  1. birindelli.com 23 marzo 2012 at 06:35 -

    Perchè non pensare di coinvolgere direttamente anche gli addetti ai lavori come i concessionari su iniziative del genere? Sicuramente in Toscana rispetto all’auto elettrica c’è un grande interesse e in continuo aumento.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.