12° Italian Energy Summit: Alto Adige green region d’Italia.

12° Italian Energy Summit: Alto Adige green region d’Italia.

Mercoledì 26 Settembre si è svolta la dodicesima edizione di Italian Energy Summit, appuntamento annuale del Sole 24 Ore, dedicato al mercato dell’energia sostenibile. Attraverso specifiche sessioni tematiche, l’evento ha analizzato le dinamiche di sistema che caratterizzano il panorama energetico italiano, le infrastrutture e i nuovi piani di sviluppo in Italia e all’estero.

Un appuntamento annuale che vanta tra i suoi relatori gli esponenti più autorevoli del settore energetico ed i rappresentanti delle associazioni più influenti del settore.

Eneregie rinnovabili, innovazione e sviluppo, investimenti e finanziabilità dei progetti sono stati i temi principali del focus sulle fonti alternative. In particolare i vertici della società BLS – Business Location Sudtirol Alto Adige – hanno presentato l’Alto Adige come la “green region” d’Italia, bacino per una  imprenditorialità vivace, tra le migliori regioni per qualità  della vita e per  la maggiore presenza di indicatori positivi nel settore green come il fatto che maggior parte dei comuni sono rinnovabili al 100%.

I temi affrontati da BLS sono stati l’innovazione tecnologica volta allo sviluppo delle energie rinnovabili, l’efficienza energetica e l’esperienza della propria strategia territoriale attraverso il progetto del Parco Tecnologico a Bolzano che prevede la realizzazione di un luogo in cui dal 2014 si integrino istituti di ricerca, istituzioni universitarie e aziende all’avanguardia che operano nei settori energia, alimentare e tecnologie sostenibili.

Partecipare ad un appuntamento di tale rilievo è un’occasione unica dove dialogare con le aziende della green economy ed analizzare il ruolo strategico ricoperto oggi dalle fonti alternative in un’ottica di ottimizzazione dei consumi – commenta Ulrich Stofner, Direttore BLS – In questo contesto la testimonianza dell’Alto Adige, anche come ponte fra l’Italia ed i paesi tedeschi che vedono il nostro paese come contatto naturale con l’intera area Mediterranea, può essere di forte stimolo per altri territori e può attirare l’attenzione di molte imprese in cerca di un luogo interessante dove insediarsi. Grazie ad una burocrazia snella ed efficiente, creare impresa ed innovazione in Alto Adige è più semplice che altrove”.

2 Comments

  1. matteo 29 settembre 2012 at 21:08 -

    Vado da tanti anni in trentino e devo dire che li la cultura del green si vede ovunque…a partire dall’immondizia che non viene raccolta in terribili bidoni colorati che impattano sul paesaggio ma in casette di legno….è una piccola cosa ma fa la differenza!

  2. marco 29 settembre 2012 at 21:11 -

    Sono d’accordo con te matteo, io sono stato alla gran fondo delle dolomiti… decine di migliaia di persone… a due ore dalla fine della gara le strade erano già perfette… un’infinità di volontari per pulire tutto e a tutti noi hanno raccomandato di non lasciare in giro nulla…

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.