Arte in Arte: la sostenibilità prepara l’Italia ad Expo 2015

Arte in Arte: la sostenibilità prepara l’Italia ad Expo 2015

Arte in Arte. Questo il nome del progetto nato dopo più di un anno di preparazione condotta da un Team di professionisti competenti in varie discipline sia artistiche che gestionali, che punta allo sviluppo dell’arte e dell’enogastronomia tipica italiana nel contesto dell’Esposizione Universale di Milano: EXPO 2015.

L’idea da cui il tutto è nato è quella di coniugare in maniera piacevole e coinvolgente queste due forze eccellenti del nostro paese traducendole in una iniziativa storica di qualità in grado sia di favorire il flusso dei visitatori dell’esposizione universale, sia quello di promuovere l’attività delle nostre imprese o degli artisti che lavorano su questi assi economici e culturali.

Certamente alla base del progetto non manca l’idea di sviluppo strategico per il nostro Paese comprendendo i punti chiave espressi dal tema dell’EXPO che privilegia appunto Sostenibilità e nutrizione.

L’occasione nasce dalla sinergia espressa da due Associazioni/Fondazioni Onlus che operano già da decine di anni su questi argomenti e che hanno deciso di collaborare insieme per la formulazione e realizzazione esecutiva di questo progetto:
– L’associazione culturale Arte da Mangiare, Mangiare Arte  che si occupa della promozione delle attività culturali dei propri artisti presso la gloriosa Società Umanitaria di Milano;

– La Fondazione Planet Life Economy Foundation che si occupa di Economia Sostenibile, con particolare riferimento alle PMI di territorio collegate alle eccellenze nazionali, incluse le imprese culturali.

Questa sinergia virtuosa porterà nei menù delle catene alberghiere più qualificate nel mondo e, in particolare quei siti che insistono in Lombardia, una originale proposta culinaria che trarrà ispirazione proprio da determinati manufatti artistici selezionati da un’apposita commissione di valutazione, presieduta dal Prof. Rolando Bellini, docente presso l’Accademia delle belle arti di Brera.

Naturalmente queste proposte culinarie sono in perfetta coerenza con il tema dell’Expo, e risulteranno, dunque, perfettamente sostenibili (bio, Km 0, ecc).

Insomma, sarà proprio possibile assaporare l’arte in tutta la sua bellezza non solo estetica e culturale ma anche gustativa, il tutto firmato dalle nostre imprese ed artisti eccellenti che solo una Nazione come la nostra potrà offrire in tutte le sue innumerevoli sfaccettature.

La Creatività sarà, dunque il filo conduttore che porterà i visitatori dell’Expo nazionali e internazionali, per far tornare l’interesse verso l’Italia portandola ad una rigenerazione.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.