Bikenomics: l’economia passa dalle biciclette

Bikenomics: l’economia passa dalle biciclette

Bikenomics: questo il titolo dell’appuntamento di Lunedì 28 Ottobre all’interno della manifestazione Citytech presso la Fabbrica del Vapore di Milano.

La bikenomics è una vera e propria materia di studio, andare in bicicletta non è quindi più solo una questione di “moda” ma è una vera e propria risorsa per l’economia e per la politica.

Finanziare la ciclabilità, pertanto, non è un costo ma un investimento: probabilmente uno degli investimenti più sicuri e lungimiranti che un politico possa mai prendere in considerazione.

Il beneficio economico generato dall’uso della bicicletta in Europa è di circa 200 miliardi di euro l’anno (più del PIL della Danimarca). Inoltre, usare la bicicletta mantiene le persone in salute e questo significa un ingente risparmio per il servizio sanitario nazionale (a livello europeo il valore è di 110 miliardi di euro l’anno), come dimostra anche HEAT, uno strumento di calcolo che sarà presentato dall’OMS su quanto l’uso della bici permetta di risparmiare in termini sanitari. Ancora: l’uso della bicicletta contribuisce alla riduzione del traffico e dell’inquinamento (25 miliardi di euro l’anno).

Usare la bicicletta invece che l’automobile comporta un grande risparmio individuale di denaro che può essere speso per altre attività come ristoranti, shopping e vacanze. La bicicletta incentiva il commercio al dettaglio nei negozi di prossimità (a New York, i negozi situati lungo le reti ciclabili hanno registrato un aumento delle vendite del 49%). La bicicletta infine e il suo uso riducono il costo della manutenzione stradale, aumentano la produttività sul lavoro, e contribuiscono alla creazione di green jobs.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.