Carceri moderne, recupero sociale dei detenuti e riciclo

Carceri moderne, recupero sociale dei detenuti e riciclo

Cosa hanno in comune sostenibilità e sistema carcerario? Apparentemente nulla, sono due mondi ancora lontani, almeno nel nostro Paese. Sono due binari paralleli che, forse, non si incontreranno mai.

Sono molti, in realtà, i tentativi di rendere più verdi e più efficienti dal punto di vista energetico gli istituti carcerari in Italia. Con successi a macchia di leopardo dove alcuni settori, come per esempio la pratica del riciclo, in qualche penitenziario riescono a funzionare.

Ci sono poi anche eccezioni virtuose nel campo del solare, quando si parla di strutture di nuova costruzione.

Sono percorsi tortuosi, è vero. Ma che potrebbero essere realizzabili semplicemente sganciandosi dai finanziamenti pubblici e provare ad affidarsi anche ai provati. Anche perché – a livello istituzionale e burocratico – le idee valide e i progetti tendono a rimanere impigliati nei meandri delle legislazioni. Le strutture, inoltre, sono molto spesso troppo vecchie per reggere ammodernamenti massicci che consentano un risparmio maggiore. Resta comunque evidente che – durante le scorse legislature, di destra, centro o sinistra – sebbene le promesse di maggiore risparmio energetico, economico e il recupero sociale dei detenuti siano state sempre presenti, nella realtà si è sempre fatto molto poco.

Leggi l’articolo completo qui.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.