Da vetro nasce…ceramica!

Da vetro nasce…ceramica!

Chi l’avrebbe mai detto che i vecchi televisori potessero trasformarsi in piastrelle? Non si tratta di magia, ma di Glass Plus, un progetto innovativo che assicura la prima fornitura di piastrelle realizzate con impasto ceramico derivante da materiali post-consumo e conformi ai requisiti LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), standard internazionale universalmente riconosciuto quale riferimento fondamentale per l’edilizia verde. L’utilizzo di piastrelle contenenti fino al 20% di vetri CRT permetteranno al progettista dell’edificio di ottenere fino a 2 punti LEED (il massimo per quanto riguarda il contenuto di materiale riciclato “post-consumer”).

Grazie a Glass Plus, il vetro ricavato dal riciclo di TV a tubo catodico (CRT) a fine vita viene ‘salvato’ dallo smaltimento in discarica e riutilizzato per la produzione di piastrelle in gres porcellanato, avviando a un riciclo sostenibile dal punto di vista ambientale ed economico, le frazioni vetrose presenti nei vecchi TV. Trattare correttamente il vetro del tubo catodico, infatti, significa ridurre le emissioni di CO2, i consumi energetici e la diffusione in atmosfera di polveri inquinanti, ma anche sostituire parzialmente le materie prime tradizionalmente utilizzate nel settore edilizio e ridurre i costi per la produzione dell’impasto.

Considerando che una piastrella in gres porcellanato 60×60 cm, dal peso medio di 7/8 kg, contiene 1,5 kg di vetro proveniente da TV, potenzialmente una famiglia potrebbe vivere in un appartamento di 70mq arredato con il vetro di 30 televisori medi, pari a 300 kg di materiale riciclato. Le frazioni vetrose sono, infatti, le più numerose nei TV CRT ed equivalgono a quasi la metà del peso complessivo del prodotto.

“Il boom dei TV LCD e plasma sta segnando il declino del mercato dei televisori con tecnologia CRT, alimentando in modo considerevole il flusso di ritorno di questi prodotti. I numeri sono davvero importanti già se pensiamo al 2012, anno in cui il progetto prevede la commercializzazione delle piastrelle in grandi volumi. Per l’anno prossimo, infatti, si stima una raccolta di circa 75.000 tonnellate di TV e Monitor, pari a circa 25.000 tonnellate di vetro pannello. Se l’intero quantitativo venisse utilizzato nel progetto, potremmo rivestire 83.000 appartamenti con un risparmio del 20% di materie prime rispetto all’utilizzo di piastrelle tradizionali e una riduzione delle emissioni di CO2 pari all’81%.”, dichiara Danilo Bonato, Direttore Generale di ReMedia.

Lo spirito rivoluzionario e strategico di Glass Plus è stato premiato nell’ottobre 2010, anno in cui il progetto è diventato operativo, con l’inserimento in Eco-innovation, un programma europeo parte dell’Entrepreneurship and Innovation Programme (EIP) che supporta piani di innovazione eco-compatibile di rilevanza europea con lo scopo di evitare o ridurre sostanzialmente gli impatti ambientali in termini di rischio ambientale, inquinamento, utilizzo delle risorse materiali e dell’energia.

“Glass Plus nasce come risposta concreta all’esigenza di smaltimento del crescente quantitativo di vetro CRT – naturale conseguenza della situazione del mercato – con notevoli benefici sia per il settore edilizio, sia per quello dei RAEE”, prosegue Bonato. “Gli obiettivi che ci poniamo sono, da un lato, garantire un mercato in crescita e capace di assorbire grosse quantità di vetro CRT e, dall’altro, creare valore all’industria del riciclo dei RAEE, riutilizzando una risorsa e scongiurando il rischio della discarica”.

Otre a ReMedia, anche Asekol (Sistema Collettivo della Repubblica Ceca), Meta (leader nelle forniture di impasti cercatici atomizzati per l’industria della ceramica), Refin (azienda produttrice di piastrelle in ceramica e gres porcellanato e parte del gruppo Concorde), Relight e Vallone (impianti di trattamento con sede rispettivamente nelle province di Milano e Roma, specializzati nel trattamento di TV e monitor – raggruppamento R3) sono partner del progetto.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.