Dai rifiuti sorge una scuola a Santo Domingo

Dai rifiuti sorge una scuola a Santo Domingo

Una scuola fatta interamente di rifiuti. Ecco quello che ha realizzato un gruppo di studenti a Santo Domingo. L’iniziativa – da quanto apprendiamo dal sito Ambiente&Ambienti – risale a circa un anno fa, quando alcuni studenti statunitensi della Humboldt University sono partiti proprio per la Repubblica Domenicana.

Qui, i ragazzi americani hanno potuto constatare di persona gli innumerevoli disagi degli studenti causati dalle pessime condizioni di alcuni distretti scolasti. E’ nata così l’idea di provare a costruire una scuola riutilizzando in modo efficace i rifiuti e utilizzando energie rinnovabili.

Come prima cosa, i ragazzi hanno scelto di ampliare la scuola del barrio La Yuca di Santo Domingo. Grazie ad un sistema semplice e intelligente sono state utilizzate alcune bottiglie di plastica per erigere le pareti: le comuni bottiglie di acqua e bibite sono state riempite con materiali di scarto, sigillate e poi impilate una sopra in una rete metallica di contenimento. Subito dopo, i giovani “designer” hanno ricoperto i muri con pannelli o normale stucco, hanno realizzato una turbina eolica fatta con gli ingranaggi di una vecchia pressa per la stampa e hanno creato un sistema di pannelli solari che, oltre alle necessarie cellule fotovoltaiche, recupera calore per il riscaldamento dell’acqua sfruttando efficientemente delle lastre di latta.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.