E.ON: il futuro dell’approvigionamento energetico inizia sull’isola di Pellworm

E.ON: il futuro dell’approvigionamento energetico inizia sull’isola di Pellworm

Il Gruppo E.ON ha da poco terminato uno studio per comprendere se – ed eventualmente come – sia possibile convertire totalmente gli impianti “classici” per la generazione di energia elettrica, in impianti alimentati con energie rinnovabili.

Lo studio è stato condotto sull’Isola di Pellworm (nel Mare del Nord) dove attualmente sono presenti diversi generatori che si alimentano attraverso fonti alternative e che producono elettricità in quantità superiore rispetto ai consumi dell’isola: attraverso lo sviluppo di un sistema energetico integrato, dunque, sarebbe possibile utilizzare in sede locale la maggior parte dell’energia prodotta, trasferendone una minima parte sulla terraferma.

Pellworm è un progetto fondamentale per la ricerca e lo sviluppo del settore delle rinnovabili e, per la prima volta, generazione, stoccaggio, distribuzione e consumo sono analizzati insieme. Sull’isola di Pellworm, infatti, saranno installate tutte le componenti che costituiscono una smart grid, affinché possa essere testata la fornitura energetica del domani.

In questo contesto un ruolo predominante è rappresentato dallo stoccaggio di energia rinnovabile, che potrà essere utilizzata anche in assenza della luce solare e del vento.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.