Forum Valignano, cultura e tecnologie italiane dal Giappone al Qatar

Forum Valignano, cultura e tecnologie italiane dal Giappone al Qatar

Si è tenuto venerdì 4 maggio, presso la Sala Rossa della Camera di Commercio di Chieti, il convegno internazionale “Valignano nel Terzo Millennio”.

Un appuntamento intersettoriale tra storia e impresa, tra cultura e scambi economici con l’Asia, cui hanno aderito oltre 40 relatori, le principali istituzioni e numerose imprese italiane. Ideato da Art Valley Association e coorganizzato con la Camera di Commercio di Chieti, in occasione del 150° della sua Fondazione, il convegno ha avuto il patrocinio del Comune di Chieti, della Regione Abruzzo e di enti quali il Ministero degli Affari Esteri e l’Ambasciata del Giappone in Italia e la presenza dell’Ambasciatore del Giappone presso la Santa Sede, Hidekasu Yamaguchi.

Il convegno si è tenuto all’insegna del FORUM VALIGNANO, promosso da Art Valley e patrocinato dalla Fondazione Carichieti e dalla Fondazione Italia Giappone. Il Forum è una piattaforma di scambi internazionali con l’Asia, tra industria e cultura, che celebra l’opera e la figura di Alessandro Valignano, a partire dal lavoro di vari studiosi di fama internazionale, tra i quali il banchiere ed economista Vittorio Volpi. Quest’ultimo in particolare ha compiuto un lavoro trentennale tra Giappone ed Asia, ispirandosi all’opera di Valignano, cui ha dedicato un libro “Il Visitatore”, edito da Spirali.

“Il Forum Valignano è un programma di valorizzazione, lanciato un anno e mezzo fa sull’onda della pubblicazione del libro di Vittorio Volpi presso l’editore Spirali” – spiega Francesca Bruni, Presidente di Art Valley. “Valignano è uno dei ‘geni’ del Rinascimento italiano che il grande pubblico non conosce ancora. Il suo ‘Cerimoniale’ dovrebbe essere letto da ciascuno: un’opera assolutamente attuale, una guida essenziale per l’avvenire e per chi va in Asia”.

Valignano è un emblema del Rinascimento e un brand planetario. “Valignano è un grande maestro del Rinascimento e un ‘brand’, che l’Italia può spendere nei mercati orientali. Il lavoro intorno alla figura storica del gesuita del Rinascimento si è avviato nel 2006, con le celebrazioni del Centenario promosse dalla Fondazione Carichieti” – ha dichiarato Alberto Cavicchiolo, organizzatore del convegno

e Direttore di Art Valley, che ha inoltre precisato: “Come è avvenuto quattro secoli fa per Valignano e Matteo Ricci, che promuovevano cultura e fede grazie alle scienze e alle tecnologie dell’epoca (cartografia, matematica, ottica, idraulica), il Forum Valignano è un veicolo per le innovazioni strutturali. Tra le più rilevanti per il Medio e l’Estremo Oriente, possiamo segnalare la progettazione di città intelligenti. È questo un ambito dove il Made in Italy può portare un’importante novità ed è qui che abbiamo già relazioni con il Giappone e la Cina. La nuova missione si svolgerà dal 12 maggio a Doha in Qatar, dove mostreremo, in collaborazione con un network di aziende, alcuni sviluppi delle tecnologie italiane, nel building e nell’urban management”.

Silvio Di Lorenzo Vicepresidente Honda Italia e Presidente CCIAA Chieti ha affermato che “l’Abruzzo è la più giapponese delle Regioni Italiane, con insediamenti industriali multinazionali, quali ad esempio Gruppo Honda e Toyota, che danno occupazione a oltre 5000 persone. L’obiettivo del convegno – prosegue Di Lorenzo – è quello di dimostrare in che misura l’import-export verso l’Estremo Oriente dipenda anche dall’approccio adottato nell’incontro con culture e civiltà così distanti dalla nostra. A distanza di cinque secoli, Alessandro Valignano ed i suoi “meravigliosi” allievi diventano emblema di un approccio vincente e di una riuscita senza precedenti.
Esploratori in missione, formati nelle migliori scuole europee di diritto, di letteratura, di mercatura e di cartografia, gettano le basi per il viaggio diplomatico e d’affari e costituiscono un modello attuale per le politiche di approccio all’Asia”.

“Il convegno intende presentare – ha aggiunto poi Paola Sabella, Segretario Generale della Camera di Commercio – quali sono gli strumenti che gli imprenditori italiani possono assumere facendo proprio il cosiddetto “metodo Valignano” per accrescere le proprie
opportunità in Asia”.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.