Giornata Mondiale dell’Acqua, non sprechiamo un bene tanto prezioso!

Giornata Mondiale dell’Acqua, non sprechiamo un bene tanto prezioso!

Giovedì 22 marzo, Hera sarà a Bologna in Piazza Maggiore con banchetti informativi e giochi dedicati all’idrico. In distribuzione 190 mila flyer che fanno il punto in 10 passi sulla risorsa più preziosa per l’uomo

Quanto costa l’acqua, come viene gestita, con quanti sforzi si provvede a depurarla, come questi sforzi rientrano nelle tariffe? E’ a queste domande che risponderà il flyer “Tariffe chiare come l’acqua”, composto da 10 “cartoline” che il Gruppo Hera distribuirà in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua. Si tratta di 10 messaggi su tutto ciò che riguarda il mondo dell’idrico in Italia che sintetizzano attraverso dati chiari e di facile lettura un settore, invece, complesso e molto frammentato, spiegando anche come si compongono le tariffe e affrontando il tema della “remunerazione del capitale”. Le cartoline saranno stampate in 190mila copie e verranno distribuite, oltre che in 8 piazze dell’Emilia-Romagna, in allegato ad alcuni settimanali e quotidiani nazionali e locali, oltre che nei principali sportelli clienti del Gruppo Hera.

Per il 2012, il Gruppo Hera celebra il WWD (World Water Day) nelle piazze dei capoluoghi di provincia in cui la multiutility è presente. A Bologna ci sarà un gazebo in Piazza Maggiore il 22 marzo dalle 10 alle 13, con operatori del Gruppo pronti a coinvolgere cittadini, turisti e passanti con tante attività.

Hera ha deciso di scommettere sulle cartoline per richiamare l’attenzione dei cittadini sull’acqua, spiegando il proprio impegno nel settore attraverso una grafica accattivante e numeri aggiornati sui tanti investimenti fatti e programmati per il futuro.

Tutte le cartoline di Hera saranno consultabili anche sul sito del Gruppo, nella sezione “Tariffe chiare come l’acqua”. In più, nelle prossime settimane la multiutility lancerà un vero e proprio “dossier” on line dedicato all’idrico, con tanti articoli e approfondimenti su temi come i modelli di gestione in Italia e all’estero, la riforma delle AATO, le tariffe e il ciclo dell’acqua.

Come ricorda anche l’Onu, sul risparmio idrico si giocherà una parte fondamentale dei destini del pianeta.

Secondo il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente, entro il 2050 la popolazione mondiale raggiungerà i 9 miliardi: in quella data, servirà il doppio dell’acqua utilizzata attualmente per garantire la sicurezza alimentare di tutti. Un fabbisogno che continuerà ad essere assorbito per la maggior parte da un’agricoltura sempre più “assetata”. Se infatti permarranno le stesse attività agricole, i regimi alimentari attuali e se continuerà a crescere l’urbanizzazione (come tutto fa pensare), la quantità d’acqua necessaria per l’agricoltura aumenterà dal 70% al 90%. Basti pensare che per produrre 1 kg di carne occorrono 15.000 litri d’acqua e per 1 kg di cereali almeno 1.500.

Per promuovere un consumo d’acqua sempre più responsabile e sostenibile, il Gruppo Hera coglierà l’occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua per lanciare una nuova iniziativa rivolta al proprio personale per promuovere il consumo di acqua del rubinetto al posto della minerale. Distribuirà infatti fino al 30 aprile a tutti i suoi 6.700 dipendenti borracce e bicchieri per rifornirsi agli erogatori, sparsi in tutte le sedi, e ai rubinetti. Si eviteranno così bicchieri “usa e getta” di plastica dando una mano all’ambiente.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.