Grandi impegni per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

Grandi impegni per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

Si sta svolgendo in questi giorni la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti ed i partecipanti sono numerosissimi.

L’obiettivo della manifestazione è diffondere una maggiore consapevolezza sulla produzione di rifiuti e sulla necessità di ridurli drasticamente, promuovendo azioni sostenibili in materia ambientale.
In Italia questa importante settimana è promossa dal Ministero dell’Ambiente, Federambiente e Legambiente, e si svolge col patrocinio di Unesco, Camera dei deputati e Senato della Repubblica. Main sponsor sono C.O.N.A.I. (Consorzio per il recupero degli Imballaggi) e C.I.C. (Consorzio Italiano Compostatori).

Tra i più attivi c’è anche Hera, multiutility leader nei servizi ambientali bolognese, che da anni promuove diverse iniziative green come gli incentivi per passare alla bolletta on line, evitando così lo spreco di carta.
Questa iniziativa, in collaborazione con i Comuni, di proporre ai clienti il passaggio alla fatturazione web è doppiamente eco sostenibile, infatti le città aderenti al nuovo sistema verranno arricchite con la creazione di nuovi spazi verdi.

Sono previsti circa 2mila nuovi alberi a fronte di 100mila nuove adesioni on line.
Gli interessati alla nuova campagna “Regala un albero alla tua città” possono conoscere tutti i dettagli semplicemente con un clic.

L’impegno di Hera nella Settimana, ma non solo, non termina con le bollette, il gruppo si è infatti attivato per una concreta riduzione dei rifiuti attraverso la diffusione delle sorgenti urbane e delle case dell’acqua.

Verranno aperte gratuitamente al pubblico ulteriori nuove strutture per potersi rifornire di acqua di rete. Da marzo 2011, le 14 sorgenti/case attualmente attive hanno erogato mediamente ogni giorno 1.400 litri di acqua del rubinetto: un risparmio che si quantifica con almeno 3 milioni e 800mila bottiglie di plastica da 1,5 lt evitate, 248 tir (e quasi 5 mila cassonetti) in meno da svuotare e 376mila Kg di CO2 in meno, immesse nell’aria.

In particolare, per le famiglie del territorio servito da Hera si tratta di un risparmio annuo totale di 1 milione 18 mila euro: è il denaro che sarebbe stato speso comprando acqua minerale per un anno.

Maurizio Chiarini, Amministratore Delegato Hera per l’occasione ha voluto sottolineare che la riduzione dei rifiuti e la diffusione di comportamenti di consumo sempre più virtuosi, si conciliano con l’impegno della società per promuovere un sempre maggiore recupero di materia ed energia dai rifiuti oltre alla promozione dell’uso dell’acqua di rete.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.