I “dinosauri” invadono la Stazione Termini di Roma

I “dinosauri” invadono la Stazione Termini di Roma

E’ appena entrato a regime il sistema di telecontrollo del “Dinosauro”, l’ampio atrio all’ingresso della stazione ferroviaria Roma Termini illuminato da più di 1.600 lampade. L’illuminazione viene ora coordinata e regolata sulla base del grado di illuminazione esterna, grazie agli appositi sensori, in modo da ottimizzare il consumo energetico.

La stazione ferroviaria di Roma Termini, il più importante scalo ferroviario della città di Roma, il maggiore d’Italia e il secondo d’Europa, è ora la stazione italiana con il maggior numero di punti luce telecontrollati.

Il “Dinosauro” viene gestito da Grandi Stazioni, unità di Ferrovie dello Stato che gestisce le 13 maggiori stazioni in Italia, attraverso scenari che tengono conto sia della luminosità esterna che degli orari di accensione e che regolano in maniera automatica e puntuale il flusso luminoso. Tutto ciò è stato possibile grazie all’utilizzo della piattaforma MINOS, il sistema brevettato da UMPI.

Tra le prime green company in Europa, Umpi è una realtà “tutta italiana”, specializzata nella progettazione e realizzazione dei cosiddetti “sistemi intelligenti” per la telegestione degli impianti d’illuminazione esterna sia pubblica che privata.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.