Il centro-nord è la nuova frontiera del mercato fotovoltaico italiano

Il centro-nord è la nuova frontiera del mercato fotovoltaico italiano

Nel corso del 2009, in Italia, sono entrati in esercizio impianti fotovoltaici per una potenza complessiva pari a circa 580 MW, con un incremento della potenza installata del 72% rispetto all’anno precedente e un volume d’affari complessivo stimato in circa 2,3 mld di euro.

Secondo l’analisi degli esperti di Global Investment Energy, società che opera nel mercato italiano ed internazionale delle energie rinnovabili, la nuova frontiera del mercato fotovoltaico italiano è sempre più rappresentata dalle regioni del centro-nord Italia. Tali regioni hanno saputo gestire con chiarezza il quadro normativo di riferimento per il rilascio delle autorizzazioni di grandi impianti fotovoltaici permettendo agli operatori del settore di cogliere opportunità di investimento ad alto rendimento fondate su un contesto normativo stabile e nel totale rispetto dell’ambiente, del territorio e della comunità circostante.

Ad eccezione della Puglia, le Regioni che primeggiano per potenza fotovoltaica installata nel corso del 2009 sono quelle localizzate nel centro-nord del Paese ed, in particolare: Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Lazio e Marche.

Tempistiche autorizzative: più veloci al centro-nord

In Italia uno dei principali limiti ostativi alla crescita del settore fotovoltaico è rappresentato dai tempi di completamento degli iter amministrativi necessari per l’ottenimento delle autorizzazioni per la realizzazione degli impianti fotovoltaici. “L’assenza di linee guida che indichino un percorso autorizzativo certo ed omogeneo”, spiegano gli esperti di Global Investment Energy co-fondata da Matteo Franceschetti e Matteo Mattia Gemignani “non permette agli operatori di realizzare previsioni concrete sulle tempistiche necessarie per il rilascio delle autorizzazioni. Tale aspetto risulta particolarmente critico in un mercato fondato su tariffe incentivanti legate alle scadenze per la connessione degli impianti alla rete nazionale. Di conseguenza, lo sviluppo del mercato fotovoltaico si è concentrato nelle regioni caratterizzate da un contesto normativo favorevole e fondato su schemi chiari e ben definiti permettendo agli operatori di contenere i rischi legati all’ottenimento degli incentivi”.

Le regioni del centro-nord, proprio per queste ragioni, si sono contraddistinte da numerose regioni del Sud Italia dove il mercato si era originariamente posizionato in virtù della maggiore insolazione e, conseguentemente, rendita degli impianti.

“La semplificazione dell’iter autorizzativo per la realizzazione e l’allaccio alla rete degli impianti, oltre che per l’accesso ai meccanismi di incentivazione, è condizione indispensabile per garantire la crescita del settore”, commentano gli esperti di Global Investment Energy. “I vantaggi di un sistema autorizzativo snello sono, infatti, significativi e determinanti per gruppi industriali ed investitori che, per poter pianificare investimenti e risultati economici, hanno necessità di operare in un contesto normativo stabile e fondato su percorsi autorizzativi certi che garantiscano tempistiche contenute e determinabili temporalmente”.

Il nord Italia è stato tra i protagonisti della crescita del mercato fotovoltaico del 2009. La Lombardia è stata la prima regione italiana per numero di impianti e seconda, dietro alla Puglia, per potenza installata. A gennaio 2010 le nuove installazioni in Lombardia e Piemonte erano rispettivamente 10.814 e 5.777 per una potenza pari a circa 126,3 MW e 81,3 MW (la crescita percentuale in potenza rispetto all’anno 2008 è stata pari al 154% e 149%). (Fonte: Il Solare Fotovoltaico – Report del GSE).

Nel corso del 2009 la potenza degli impianti fotovoltaici installati è sensibilmente cresciuta anche nel centro Italia registrando un incremento, rispetto al 2008, di circa il 68%. E’ inoltre interessante rilevare come, nel corso del 2009, le Regioni del centro-nord abbiano visto aumentare in modo rilevante il numero di centrali fotovoltaiche a terra di taglia superiore ad 1 MW, indice dell’attrattività di queste regioni per investitori professionali. Il Lazio, in particolare, ha registrato una crescita record di potenza installata del 210% grazie all’installazione di soli 6 impianti che rappresentano il 43% della potenza complessiva entrata in esercizio nel 2009 tra gli impianti maggiori di 1 MW in Italia. (Fonte: Solar Energy Report edizione 2009).

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.