Le finestre “intelligenti” riducono del 20% consumo energentico degli edifici

Le finestre “intelligenti” riducono del 20% consumo energentico degli edifici

Un consorzio di tre produttori e fornitori comunitari di finestre e sistemi di ventilazione ha creato una nuova tecnologia per il recupero di calore con finestre ad elevata efficienza energetica da utilizzare nella ristrutturazione di edifici residenziali e commerciali. Durante i mesi invernali le finestre e i sistemi di ventilazione rappresentano una fonte significativa di dispersione di calore, in particolare nei vecchi edifici; le nuove finestre risolvono questo problema. Inoltre le finestre intelligenti CLIMAWIN sono provviste di una funzione di auto-raffreddamento adatta ai climi caldi che consente di ridurre il costo della climatizzazione, rendendole adatte a tutti i climi.

Come funziona

“Le finestre rappresentano una enorme fonte di dispersione di calore negli edifici. La nostra innovazione è un sistema passivo di ventilazione a recupero di calore. I test hanno evidenziato che l’efficienza energetica di un normale edificio equipaggiato con le sole finestre CLIMAWIN può migliorare del 18-24%,” ha dichiarato il responsabile del progetto Brian O’Brien, di Solearth Ecological Architecture.

Prosegue O’Brien: “Nei climi freddi CLIMAWIN è progettato per migliorare il comfort preriscaldando l’aria di ventilazione nelle facciate nord, est e ovest utilizzando l’energia solare presente sulla facciata sud. Per i climi più caldi è prevista una funzione di auto-raffreddamento che consente l’ingresso della luce solare riducendo al contempo la quantità di calore indesiderato che viene introdotta. Grazie all’ottimizzazione dell’isolamento termico, allo sfruttamento dell’energia solare e al controllo della luce solare, prevediamo che la finestra migliori sensibilmente l’efficienza energetica e il comfort termico sia negli edifici residenziali sia in quelli commerciali che attualmente non sono dotati di sistemi di ventilazione efficienti.”

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.