Metti alla prova la tua eco-creatività!

Metti alla prova la tua eco-creatività!

Prende il via – grazie anche al sostegno del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – un progetto pilota per sperimentare una Politica Integrata di Prodotto per l’adozione di un marchio ambientale di filiera, (fino a) oggi del tutto assente in Italia in Italia.

La Politica Integrata di Prodotto (IPP) – che rappresenta un approccio innovativo, volto a ridurre l’impatto ambientale dei prodotti nell’arco dell’intero ciclo di vita (ossia dall’estrazione delle materie prime, fino alla gestione dei rifiuti) – ha come obiettivo principale quello di sviluppare, su tutto il territorio nazionale e per tutte le categorie merceologiche, modelli di consumo e produzione sostenibile.

A conferma dell’importanza di questo progetto, è stato firmato dai Ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico il Protocollo d’Intesa per lo sviluppo di uno “Schema di qualificazione ambientale per i prodotti che caratterizzano i cluster”, un documento – cioè – che mira a definire strumenti e percorsi per la valorizzazione ambientale dei prodotti delle filiere, nell’ottica della riduzione degli impatti ambientali e sociali degli stessi.

A questo proposito, l’ASDI – Distretto del Mobile Livenza Scarl ha indetto un concorso volto all’ideazione di un logo che identifichi un marchio ambientale di prodotto di filiera a valenza nazionale. Il marchio – che dovrà essere unico per qualsiasi azienda che produca in Italia e per qualsiasi categoria merceologica – sarà composto di due parti: una identificativa degli aspetti ambientali, di sostenibilità e qualità che il marchio rappresenta ed una testuale ed identificativa della filiera produttiva specifica a cui il marchio stesso si riferisce.

Il marchio, ovviamente, dovrà diventare uno strumento di comunicazione distintivo e capace di trasmettere (in Italia e all’estero) un messaggio di garanzia, qualità, innovazione, sostenibilità ambientale e responsabilità sociale. Un mezzo, quindi, capace di creare un circolo virtuoso che coniughi obiettivi di tutela ambientale con quelli di sviluppo delle aziende.

Possono partecipare – una sola volta – al concorso tutti i soggetti singoli e/o associati, pubblici e/o privati, enti e/o istituzioni. Al vincitore sarà corrisposto un premio in denaro di € 2.500,00, al secondo classificato, invece, un premio pari a € 1.500,00.

L’elaborato del primo classificato sarà eletto “marchio ambientale di prodotto di filiera” a valenza nazionale. Il bando è aperto dal 4 agosto 2011 alle ore ventiquattro del 25 settembre 2011.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.