Mi vesto di…ortica, ecco il nuovissimo tessuto ecologico

Mi vesto di…ortica, ecco il nuovissimo tessuto ecologico

Indossare l’ortica può sembrare curioso, ma non così fuori dal mondo. Anzi! Da questa pianta urticante deriva, infatti, un nuovo modo di abbigliarsi in linea con le esigenze ambientali.

Le caratteristiche dell’ortica, infatti, rendono possibile un uso minimo di diserbanti e fitofarmaci e la possibilità di coltivare la pianta a livello locale riduce l’impatto ambientale del trasporto. La fibra dell’ortica, al di là dell’aspetto poco rassicurante, è simile a quella del lino. Ha buone caratteristiche antistatiche, traspiranti e termoregolatrici. Non si tratta, comunque, di una novità nel settore tessile. Il suo utilizzo risale, addirittura, al periodo della Rivoluzione Francese quando migliaia di uniformi dell’armata di Napoleone erano tessute in ortica. Molto più tardi, in Germania, durante le due guerre mondiali fu utilizzata per fronteggiare la scarsa disponibilità di cotone.

Il successo di questo tessuto, infine, è stato ottenuto in Germania e Olanda anche grazie alla tradizione nella lavorazione della fibra di ortica e – aspetto da non sottovalutare – da condizioni climatiche favorevoli per la crescita delle piante e per la macerazione in campo degli steli: la Netl, ad esempio, piccola fabbrica a conduzione familiare olandese, presenterà entro quest’anno la sua collezione di abiti in fibra di ortica.

Forse, in passerella, sfileranno anche abiti 100% green!

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.