Mobilità sostenibile: le città sono pronte ad accoglierla?

Mobilità sostenibile: le città sono pronte ad accoglierla?

Le città vogliono convertirsi alla mobilità sostenibile, ma l’urbanistica e le strutture sono pronte?
Questa e molte altre sono state le domande emerse dalla Settimana della Mobilità Sostenibile, occasione che non deve diventare una semplice “sette giorni” con un inizio ed una fine, ma un vero e proprio evento da 365 giorni l’anno.

Secondo l’Ingegner Mauro Rossato, Presidente di Vega Engineering, società d’ingegneria mestrina impegnata nella diffusione della cultura della mobilità elettrica : “è indispensabile, ormai, pensare a ridisegnare le città per i veicoli elettrici e realizzare progetti concreti soprattutto per il Nordest, un’area strategica per l’economia di tutto il Paese e con un tessuto urbanistico in continua evoluzione.

Perché per ora, purtroppo, a parlare sono i dati in un’accurata indagine condotta dall’Energy & Strategy Group del Politecnico milanese: perché nei primi cinque mesi del 2013 in Italia la percentuale di vetture alimentate dalle batterie sul totale delle immatricolazioni è arrivata appena allo 0,04 per cento. Tra l’altro, di tanti ‘zeri’ ci si accorge girando dentro e fuori le città. Pochissime le auto elettriche e scarsa anche la presenza dei punti di ricarica per questo tipo di veicoli.

Complice la crisi e un inadeguato – e forse assente – itinerario informativo nel Paese sui benefici della mobilità sostenibile, l’Italia è molto lontana dagli indicatori delle vendite di auto elettriche rilevate nel resto d’Europa.

Così, mentre in Italia ne sono state immatricolate 524 nel 2012, in Francia si arriva a quota 6.067 auto, in Norvegia a 3.883, in Germania a 1.294. A stridere poi con le immagini di città totally ‘o quasi’ green è anche la scarsa presenza delle colonnine per la ricarica dei veicoli. Al momento il monitoraggio del sito www.colonnineelettriche.it ne conta 490 nel nostro Paese, la maggior parte distribuite tra Milano 50, a Firenze 138 e Roma 66.

Mentre in tutto il Veneto sono 17 i punti di ricarica, 9 quelli in provincia di Venezia (di cui 2 a Mestre, 1 a Venezia Rampa San Basilio), 3 a Verona e a Padova, 1 a Treviso e a Belluno; sono 9, invece, quelle rilevate in Trentino Alto Adige e 3 in Friuli Venezia Giulia.
Intanto, in buona parte delle province italiane non si superano le 5 colonnine su tutto il territorio, con molti centri importanti che dispongono soltanto di una infrastruttura pubblica a cui poter allacciarle la propria auto elettrica”.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.