Risparmio energetico: ecco il primo sistema al mondo di riscaldamento a idrogeno

Risparmio energetico: ecco il primo sistema al mondo di riscaldamento a idrogeno

Giacomini Spa, leader nel settore del riscaldamento e raffrescamento sostenibili, è pronta ad esporre a Klimahouse 2012 una delle più importanti innovazioni degli ultimi decenni: H2ydroGEM®, il più avanzato sistema per la produzione di energia elettrica e termica mai realizzato, in quanto basato sull’utilizzo dell’idrogeno come combustibile e quindi ad emissioni zero.

L’azienda lo presenterà ufficialmente ai mezzi si comunicazione e al pubblico della Fiera di Bolzano il 26 Gennaio alle ore 15, presso lo stand C20/32, per mostrare che è effettivamente possibile azzerare le emissioni di CO2 per produrre luce e calore grazie all’elemento più pulito esistente in natura.

Il sistema H2ydroGEM® è composto dall’elettrolizzatore H2ydroGEM® Box che produce l’idrogeno e dal combustore catalitico che si occupa dell’energia termica, ma soprattutto da uno speciale serbatoio che si occupa dello stoccaggio dell’idrogeno. L’assenza di carbonio nei reagenti determina una reazione senza emissioni di CO2, mentre la bassa temperatura di combustione (senza fiamma e intorno ai 300°C) evita la formazione di NOx, ossidi di azoto fortemente inquinanti e nocivi per la salute.

“Se pensiamo a quando abbiamo avviato le prime analisi sull’idrogeno, questi dieci anni di ricerca e sviluppo sembrano essere volati” ha dichiarato l’ingegner Servilio Gioria, capo progetto di Giacomini Spa. “Anche per questo siamo felici ed impazienti di presentarlo: siamo convinti di aver ideato un sistema che dà risposta al più grande problema del nostro futuro energetico, ossia l’immagazzinamento dell’energia prodotta con fonti rinnovabili per il suo utilizzo in un secondo tempo. H2ydroGEM® cattura l’energia elettrica inutilizzata, la stocca in un serbatoio sottoforma di idrogeno al fine di utilizzarla quando necessario. Il tutto emettendo solo vapore acqueo e abbattendo notevolmente anche i costi per la produzione di energia”.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.