Shell Eco-marathon 2011– Lausitz: vittoria del team italiano “mecc-SUN” del Politecnico di Milano

Shell Eco-marathon 2011– Lausitz: vittoria del team italiano “mecc-SUN” del Politecnico di Milano

Record assoluto del team italiano mecc-SUN, del Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Milano, alla Shell Eco-marathon, la competizione tenutasi dal 26 al 28 maggio presso il circuito di Lausitz in Germania.

Il prototipo a energia solare APOLLO ha confermato il primato mondiale ottenuto l’anno scorso in Inghilterra.

Ecco i numeri della prestazione di Apollo:
9.750 km/litro consumo che avrebbe avuto Apollo se fosse stato alimentato a benzina;

1.108 km percorribili da Apollo con un chilowattora (prestazione del migliore veicolo elettrico in gara alle spalle di Apollo: 843 km con un chilowattora).

Il nuovo prototipo è frutto di un impegno pluriennale del team che, in linea con lo spirito della Shell Eco-marathon, ha lavorato per costruire un veicolo che utilizzi la minor quantità di energia per percorrere la maggiore distanza possibile, producendo la minor quantità di emissioni possibile.

Non solo veicoli da record. Presente alla competizione anche il prototipo DAFNE, veicolo elettrico ‘urban concept’ che ha registrato un consumo eccezionalmente basso: 125 km/kWh (le vetture elettriche in commercio percorrono circa 5 km/kWh).

Dalla pista alla strada. Il Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Milano possiede ormai una notevole esperienza nel campo dei veicoli elettrici, lo dimostrano le realizzazioni finanziate dal bando DRIADE/DAFNE della Regione Lombardia e presentate alla recente kermesse Aria Nuova presso l’Autodromo di Monza.

Un lavoro esemplare. Il team è supportato dalla Fondazione Politecnico di Milano, che ha lanciato il progetto nel 2004 e dalla Scuola di Ingegneria Industriale dell’Ateneo milanese. E’ composto da professori, ingegneri e soprattutto studenti che credono nel lavoro attento, nello spirito di squadra e di sacrificio per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.