Siemens, nuova sfida nel campo delle energie rinnovabili

Siemens, nuova sfida nel campo delle energie rinnovabili

A partire dal 1 ottobre 2011, la Divisione Renewable Energy verrà suddivisa in due nuove Divisioni indipendenti chiamate Wind Power e Solar & Hydro. Felix Ferlemann, oggi a capo della Divisione Chassis Systems di Benteler Automotive, assumerà la carica di CEO della nuova Divisione Wind Power.

“Getteremo le basi per un’ulteriore crescita per rafforzare il nostro successo nel business eolico”, ha detto Michael Suess, CEO del Settore Energy di Siemens. La Divisione Solar & Hydro raggrupperà invece tutte le attività relative al settore idroelettrico e solare. “Abbiamo deciso di separare l’eolico e il solare poiché i due mercati stanno affrontando stadi di sviluppo molto diversi tra loro. Nella nuova unità Solar & Hydro concentreremo i nostri sforzi nella ricerca e sviluppo di nuove tecnologie nel campo dell’energia solare per diventare sempre più competitivi. Nel mercato eolico invece, ci focalizzeremo sul processo di industrializzazione e internazionalizzazione”.

La Divisione Solar & Hydro si occuperà inoltre dello sviluppo di sistemi di stoccaggio dell’energia per l’integrazione efficiente delle rinnovabili, un tema fondamentale non solo per l’Europa ma per il mondo intero”, ha aggiunto Suess. Per questa Divisione, non è stato ancora designato il futuro CEO.

A partire dal 2004, Siemens ha registrato una rapida e significativa crescita nel business dell’eolico. Il numero dei dipendenti, passato da 800 a 7.700, è quasi decuplicato e le entrate hanno registrato un notevole aumento raggiungendo la quota approssimativa di 3,2 miliardi di euro. Nel futuro, a giocare un ruolo decisivo nel mercato dell’energia eolica saranno la logistica e l’industrializzazione, oltre alla riduzione dei costi di produzione dell’energia attraverso l’incremento dell’efficienza. Anche il processo di regionalizzazione finalizzato a migliorare il rapporto con il cliente avrà un ruolo importante. Per questi motivi, Siemens gestirà il proprio business eolico attraverso tre Business Unit regionali situate negli Stati Uniti, in Asia e in Europa.

“La posizione dalla quale partiamo è buona: abbiamo ricevuto ordini per circa 11 miliardi di euro e siamo i leader per quanto riguarda gli impianti eolici offshore, il settore che sta registrando la crescita più forte. Vogliamo continuare inoltre a investire nelle turbine eoliche onshore”, ha dichiarato Suess. Al fine di ridurre i costi di produzione dell’energia da fonte eolica, Siemens si concentrerà sui nuovi prodotti, sulla produzione a livello industriale e sulla logistica. Per fare un esempio, le navicelle adesso sono prodotte attraverso un processo continuo cui segue la produzione automatizzata delle pale rotore. Recentemente, Siemens ha installato il prototipo della sua nuova turbina senza moltiplicatore di giri da 6 megawatt e ha annunciato investimenti per un valore di 150 milioni di euro per la realizzazione di due nuovi stabilimenti di ricerca e sviluppo in Danimarca. Oltre all’innovazione e all’industrializzazione, giocherà un ruolo chiave nella strategia di Siemens anche l’internazionalizzazione della rete produttiva così come quella di vendita e marketing. A seguito dell’apertura di due nuovi stabilimenti in Cina e negli Stati Uniti alla fine del 2010, l’Azienda sta pianificando la costruzione di ulteriori siti produttivi in Canada, Regno Unito, India, Russia e Brasile. Siemens ha intenzione di ampliare la sua quota di mercato nei paesi emergenti con valore locale aggiunto e di sviluppare turbine eoliche per la Cina e l’India.

La Divisione Solar & Hydro di Siemens gestirà tutte le attività nel campo del solare e dell’idroelettrico agendo da general contractor d’installazioni fotovoltaiche di grandi dimensioni. Sono state inoltre di recente acquisite quote di minoranza di Semprius, azienda costruttrice di moduli PV ad alta concentrazione. Nel campo dell’energia solare termica, la gamma di prodotti offerti da Siemens si estende dai componenti, quali i ricevitori solari, agli impianti solari termici completi. Oltre a essere presente nel mercato del piccolo idroelettrico, la nuova Divisione comprenderà anche le quote Siemens nelle società Voith Hydro (il 35%), uno dei leader nel settore idroelettrico e Marine Current Turbines (circa il 10%), pioniere nello sviluppo delle turbine che sfruttano le correnti marine. La nuova unità sarà anche il centro di competenza per lo sviluppo delle tecnologie per lo stoccaggio dell’energia.

Le turbine eoliche, l’energia solare e i componenti per le centrali idroelettriche sono parte integrante del portfolio ambientale di Siemens. Nell’anno fiscale 2010, il fatturato derivante da tale portfolio ha registrato un totale di circa 28 miliardi di euro, attestando Siemens quale primo fornitore al mondo nell’offerta di tecnologie ecofriendly. Considerando lo stesso periodo, i prodotti e le soluzioni Siemens hanno permesso ai clienti di ridurre le proprie emissioni di CO2 di 270 milioni di tonnellate, una cifra che corrisponde alla somma delle emissioni annuali di Hong Kong, Londra, New York, Tokyo, Delhi e Singapore.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.