SUONO Wall up, il Giardino Verticale fonoassorbente ad Energethica

SUONO Wall up, il Giardino Verticale fonoassorbente ad Energethica

Wall up®, azienda bresciana specializzata in giardini e orti verticali, torna ad innovare nel settore che da sempre le è più congeniale, quello delle soluzioni professionali.

Dopo l’International Meeting of the Landscape and Garden di Bergamo, la Ecoweek di Milano e il Flormart di Padova, sarà a Firenze per Energethica, dove presenterà SUONO Wall up®, un’importante novità per il settore dei Giardini Verticali. Negli stessi giorni mostrerà l’ultimo, suggestivo intervento realizzato proprio nel capoluogo toscano, sviluppato dallo studio ArchiGap.

La tecnologia Wall up®, che tra file sovrapposte di vasi prevede l’inserimento di un rivestimento in alluminio costituendo la cosidetta facciata ventilata, con SUONO fa compiere un ulteriore balzo in avanti al settore dei giardini verticali, risolvendo le problematiche legate all’inquinamento acustico grazie all’integrazione con una barriera al rumore realizzata con materiale bio.

Lo sviluppo della tecnologia di SUONO Wall up® è stato possibile grazie alla partnership di COAR srl con gli ingegneri di Z Lab Engineering srl, laboratorio specializzato in acustica ed energetica.

“Siamo davvero soddisfatti del risultato ottenuto” spiegano i responsabili di Wall up®. “SUONO è davvero una grande innovazione per il settore: grazie alle sue qualità risolve una serie di problematiche, legate prevalentemente all’isolamento termoacustico degli edifici. Oltre alla compensazione di CO2 data dalle pareti verticali e al piacere per gli occhi e la mente dovuto al verde con cui vengono ricoperti gli edifici, questi saranno anche più isolati grazie ad un intervento ad impatto ambientale vicino allo zero. Il materiale bio usato per l’isolamento, infatti, è il vero fiore all’occhiello”.

Tutte le realizzazioni di Wall up® sono interamente Made in Italy e sostenibili: sono a compensazione di CO2, in quanto 10 m2 di giardino verticale neutralizzano 3 quintali di anidride carbonica, e a chilometro zero, poichè realizzate tutte nello stesso luogo.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.