Una casa “intelligente” ci fa risparmiare energia

Una casa “intelligente” ci fa risparmiare energia

Villetta monofamiliare di circa 95 metri quadrati, un piano semi interrato, due fuori terra con copertura piana a lastrico solare. No, non è l’annuncio di una agenzia immobiliare, è la nuovissima sede (e non è in vendita!) del laboratorio per “la casa del futuro” dei ricercatori ENEA.

Il progetto – messo a punto dall’architetto Gaetano Fasano – è caratterizzato da un elevato grado di flessibilità nell’utilizzo dei locali. L’edificio, inoltre, ha un’intercapedine ispezionabile, che consente di implementare le funzioni secondo le specifiche esigenze di sperimentazione, un cavedio verticale tecnologico che ospita tutti i cablaggi e i passaggi verticali, un controsoffitto smontabile per fare interventi di manutenzione in tempi molto rapidi e a basso costo e, infine, una zona esterna – a porticato – in cui provare diverse soluzioni di bioclimatiche e di vari sistemi solari.

Integrazione ed efficienza energetica sono le parole chiave su cui si basa la “casa intelligente”.

Vediamo qualche altro dettaglio. Il piano terra dell’edificio è stato progettato e predisposto per testare soluzioni e particolari sistemi intelligenti: appesa ai pensili della cucina c’è, infatti, una centralina dotata di monitor, che ottimizza i consumi elettrici, gestisce i cicli degli elettrodomestici, avverte della scadenza del contenuto del frigo e suggerisce, attraverso un suo menù o Internet, ricette per la preparazione di piatti. Non male, non credete?!

Evidente è poi l’importanza del laboratorio nel verificare materiali, componenti e istallazioni, contribuendo a migliorarne la qualità, l’affidabilità e la compatibilità. Sono allo studio anche numerose sperimentazioni che riguardano le persone anziane o diversamente abili come destinatari privilegiati della casa intelligente.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.