Una piattaforma di eco-illuminazione a Ollolai

Una piattaforma di eco-illuminazione a Ollolai

E’ stata inaugurata la nuova Piattaforma di pubblica illuminazione nel Comune di
Ollolai (NU)
, progetto grazie al quale la città ha ottenuto in fase di sperimentazione risparmienergetici attestati al 45%.

Tutti i 400 lampioni del Comune sono stati infatti muniti di Minos System, soluzione
unica sul mercato creata da Umpi, che permette, grazie all’utilizzo delle onde
convogliate, di gestire l’illuminazione in modo intelligente, garantendo quindi grandi risparmi
in termini di consumi energetici e di spese di manutenzione. A Ollolai il progetto è stato
realizzato in collaborazione con il Consorzio Alux e implementato da alcuni servizi, tra i
quali quello di video sorveglianza – utilizzando la rete elettrica esistente -, forniti dal partner
Telecom.

In occasione dell’evento di domani, Umpi dimostrerà il funzionamento della gestione dei
punti luci tramite tablet: un sistema che permette agli addetti della pubblica
amministrazione di controllare il sistema anche da postazione diversa da quella fissa.
Il presidente del Consorzio Alux, Cipriano Corrias, dichiara: “è grazie allo spirito di
aggregazione delle imprese locali che è stato possibile realizzare un importante risultato
come questo in tempi così rapidi”.

Il tema del risparmio energetico in un’ottica di rispetto ambientale è di crescente importanza
e attualità alla luce anche del D.G.R. 48/31 del 29.11.2007 Regione Autonoma della
Sardegna, “Linee guida per la riduzione dell’inquinamento luminoso e relativo risparmio
energetico”.

Nel Comune di Ollolai la ricerca scientifica e la progettazione si incontrano nella
riqualificazione dell’impianto di Pubblica Illuminazione dove i punti luce diventano veri e
propri elementi di valorizzazione del Paesaggio e si pongono da base di una piattaforma
intelligente che rende gli elementi attivi strumenti di comunicazione offrendo ai cittadini
ulteriori servizi.

La tradizione incontra la valorizzazione del Paesaggio nella creazione di un corpo
illuminante a Led dedicato denominato “Piattello” che rappresenta la revisione aggiornata
dell’apparecchio degli anni Trenta, alternativo alla “lanterna ville lumiére”, in quei luoghi
dove quest’ultima anticamente non è mai apparsa. L’innovazione incontra la ricerca nell’uso
di una nuova tecnologia a led a fosfori remoti che permette di ottenere la luce calda
naturale ad alta resa cromatica e un’elevata efficienza energetica
con consumi ridotti.

Tutti gli elementi si inseriscono all’interno di un progetto innovativo presentato nella
soluzione Smart Town che rivoluziona il modo di vedere e gestire la pubblica illuminazione
trasformando l’impianto in una piattaforma a supporto di ulteriori servizi aggiuntivi quali
l’accesso internet e il servizio di videosorveglianza.
Questo è un invito a verificare come uno studio accurato e mirato su un semplice impianto
di illuminazione pubblica possa trasformarsi in un elemento di valorizzazione urbana,
ambientale e tecnologica.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.